----------- 2015
locandina1

Locandina Marconi Day
25 e 26 Aprile 2015
S.Margh.Ligure


----------- 2011

Principessa Elettra


scafo 2011
Porzione di scafo
giardini di Villa Durazzo


Principessa Elettra Principessa Elettra con Pino Romano
Villa Durazzo

Made on a Mac

Valid XHTML 1.1 Valid CSS!

Santa
Targa a ricordo degli esperimenti di Guglielmo Marconi
Grand Hotel Miramare
S.Margh.Ligure

Il Piccolo
Articolo pubblicato sul giornale "Il Piccolo"

Elettra
Guglielmo Marconi con la piccola Elettra Marconi sul battelo a Santa

ELETTRA MARCONI
"Cenni storici sul recupero di una porzione di chiglia
Lions Club Santa Margherita Ligure - Portofino"


Elettra Marconi a Santa
Nel maggio del 2011, in occasione della visita della principessa Elettra Marconi a Santa Margherita Ligure, ho recuperato uno scritto del Socio dr. Elio MACHI che fu pubblicato dalla rivista Bacherontius in occasione della giornata Marconiana nel 2003 (presidente protempore Massimo BUSCO). Lo scritto ricostruisce dettagliatamente il percorso di recupero che il nostro CLUB LIONS intraprese per poter avere la cessione del prezioso frammento dell'ELETTRA, nave laboratorio di Guglielmo Marconi. Sono riportati i nomi dei protagonisti, le date e i luoghi.

Pino Romano

elettra


------scritto di Elio Machi.

Il 26 Aprile scorso, con il patrocinio del Comune di S.Margherita Ligure e della Regione Liguria, si è celebrata la giornata Marconiana su iniziativa del Lions Club S.Margherita Ligure Portofino che ha presentato il restauro del frammento di chiglia dell’Elettra.
E’ stato sicuramente un avvenimento di rilievo, che porrà fine ad una situazione di degrado in cui si trovava una testimonianza storica, che nel lontano 1979 lo stesso Lions Club aveva voluto offrire alla città in memoria e ad onore di un illustre Italiano, che aveva scelto S.Margherita Ligure come sede dei suoi studi ed esperimenti. Il reperto all’epoca era stato sistemato nello spazio di terreno posto all’ingresso di Villa Durazzo, lato via Centuriore e successivamente spostato in altra area del Parco piuttosto decentrata.

Motivazione legate alla sistemazione ornamentale del giardino retrostante la Villa, lato mare, avevano impedito una sistemazione più consona e maggiormente in vista. In tutti questi anni non era stata posta eccessiva cura alla manutenzione del monumento ed è perciò encomiabile l’iniziativa assunta dal Lions Club S.Margherita Ligure - Portofino, che, tra l’altro, nel proprio guidoncino riporta un’immagine stilizzata dell’Elettra.

Infatti, quando il Club si costituì, i Soci fondatori e tra essi, Silvio GIUSSANI, intendevano dare al Club la denominazione “Golfo Marconi”, ma la considerazione che con essa si sarebbero oltrepassati i limiti territoriali di pertinenza del Club fu deciso di riportare comunque nel guidoniano un segno che facesse riferimento a Guglielmo Marconi.

L’aver legato in qualche modo il Club al nome di Marconi portò in tempi successivi alla realizzazione del monumento all’Elettra. L’operazione prese spunto dalla notizia pubblicata nei giornali dell’avvenuta inaugurazione a Pontecchio Marconi di un monumento realizzato con un frammento della chiglia dell’Elettra.

Era il Dicembre 1977 e promotore era stato un Club di Bologna, il Lions Club Bologna Valle del Reno Guglielmo Marconi. Fu scritto al Presidente di quel Club per avere informazioni e la pronta fu che il relitto dell’Elettra, di cui il Ministro Vittorino COLOMBO aveva autorizzato la demolizione, era di proprietà del Ministero delle Poste, al quale era stata rivolta la richiesta di cessione del frammento.

scafo elettra

Fu allora invitato il Presidente del Lios Club S.Margherita Ligure Portofino, Dott. Asdrubale VACCAREZZA, a inviare formale domanda al Ministero delle POSTE per ottenere un frammento da utilizzare come monumento all’Elettra in ricordo dei numerosi soggiorni di Marconi per studio nella città. Era il gennaio 1978 e grazie all’interessamento di un politico Sanmargheritese, Fortunato “NINO” MILANESI, la richiesta ansò a buon fine, perché nel luglio dello stesso anno un funzionario del Ministero, l’ing. CONTI, venne a S.Margherita Ligure per incontrassi con i responsabili del Club e, dopo un lungo colloquio recepì le motivazioni che avevano indotto il CLUB a prendere l’iniziativa, della quale era stata data informazione all’Amministrazione Comunale. Passò del tempo e all’inizio del 1979 venne finalmente conferma di assegnazione del frammento richiesto con l’invito di prenderne visione presso il Cantiere S.Marco di TRIESTE. Il presidente Avv. Nedo NOBILI, succeduto al Dott. VACCAREZZA, si recò con il sottoscritto (MACHI) a TRIESTE per incontrarsi con il responsabile dellademolizione del relitto dell’Eletta, Sig. GREGORI, e prendere accordi per la preparazione del frammento e il suo trasporto a S.Margherita Ligure. La conoscenza comune di una persona comune vicina al Sig. Gregori, semplificò molto le cose facendo sì che l’incontro non fosse un semplice incontro formale ma qualcosa di più.

chiglia

Al rientro da Trieste il Club si attivò con l’Amministrazione Comunale per la scelta dell’area di collocazione del monumento nonché per la realizzazione del basamento e per il trasporto. La disponibilità dell’Amministrazione fu completa e grazie al contributo personale di un Socio del Club Lios Mario SPERTINI, fu realizzato il basamento e predisposto il trasporto. Il 26 Giugno 1979 venne il gran giorno dell’inaugurazione, presenti, oltre alle Autorità e ai rappresentanti ufficiali del Ministero delle Poste e del Cantiere San Marco, la principessa Elettra MARCONI con i suoi familiari e i delegati del Lions Club Bologna valle del Reno GUGLIELMO MARCONI. NELL’OCCASIONE FU CONIATA UNA MEDAGLIA commemorativa, il cui conio modificato fu utilizzato successivamente per celebrare nel marzo 1980 il gemellaggio con il Club bolognese, insieme al quale fu inaugurato nello stesso anno un monumento a Marconi nel piazzale dell’Aeroporto “Guglielmo Marconi” di Bologna.

Oggi a distanza di oltre vent’anni si è ripetuta una cerimonia analoga, con la stessa solennità e con lo stesso significato anche se gli artefici di allora sono stati semplicemente dimenticati.

Lions dr. Elio MACHI

Anno lionistico 2002/2003 - pubblicato il 22/4/2003 su Bacherontius

articolo del secolo XIX

ANNO 2015

Con decisione dell'Amministrazione di Santa Margherita Ligure, sindaco dott. Paolo Donadoni, La porzione di scafo dell'Elettra è stata concessa in uso al museo Navale della Città La Spezia, per una durata non inferiore ad ANNI CINQUE. Il Club Lions Santa Margherita Ligure - Portofino, custode morale del prezioso cimelio, ha ripetutamente mostrato la propria contrarietà, motivandola con la possibilità d'ulteriori rinvii al rientro dell'Elettra, privandolo alla città di Santa, titolata alla custodia, in memoria degli esperimenti fatti da Marconi nel Golfo del Tigullio, appunto detto anche Golfo Marconi.